Overblog Suivre ce blog
Administration Créer mon blog

Crevice Weeds

Writings—«waifs of many a wreck»—motley and fragmentary writings—sketchy and faulty—failed, perhaps—unconfined—along the borders, upon the thresholds and into the chinks of literature, «as foam that the sea-winds fret»…

Rue Jules Verne, Parigi (Call and Response) (I)

Alessandro Zabini

Vi fu la porta come una lagna: si apriva e si chiudeva sempre con identico cigolio, canto, e ti si vedeva entrare sconosciuta. Vi furono le potenze delle mura, forza fragile ed assoluta, guerrieri che difendevano dalle orde esterne bramanti l’umiliazione più del sangue. La noia senza soggetto, se così si può dire, non aveva causa apparente o precisa, tuttavia riusciva a mettere in fuga il desiderio. L’impiantito compiacente vòlto verso la faccia vincente, rifiutata del dado. Adagiarsi sul pavimento insieme, come in acqua, annegando questa chiazza definitiva, era semplice come chiudere gli occhi....

April 12, 1978 (A First Sequel)

Alessandro Zabini

pins of light a wide star-spangled swathe of pins of light was all around them and out of an house an uneven egg of light fell over the stone the soul and there was all around in the wide expanse of the hills of chased away owls and lovers forced to hide themselves in darkness alway there was a wide moon-shaped and jagged swathe of sparkling pins of light all around

April 12, 1978 (A Scrap Out of Handwritten Notes)

Alessandro Zabini

… lovers were stars, breathing along ancient traces between ancient houses … stones, trees, a dark arch … into the air, into the night … a big grey cat stared at them with unseen eyes, dark in the shade … nobody else walked on the traces, but sounds and voices disclosed many hidden presences within things … and trees, hedges and wind talked and stared and scared …

Out of a Loose Leaf of Yore

Alessandro Zabini

Death with its staff Witch with her staff rush or creep through night-flooded fields dark-cloaked like old men going out of a tavern gun-shot in the back face down in a gutter rainy night haunted by shades, dreams, visions cracks through the sky cracks through the earth

Beyond the Threshold (Lady of the Fountain—IV)

Alessandro Zabini

no other chance a disembodied voice says feel pleasure & live no need to be redeemed nor saved no further need to suffer death stone shapes turned into flesh brushed flowers turned into fountains and blissfully waving she drinks sprinkled all over by clear scented gushes of rapture

Arthur Rimbaud: A Former Fragment

Alessandro Zabini
Arthur Rimbaud: A Former Fragment
Arthur Rimbaud: A Former Fragment

Abiti che gl’imposero ripudiati doveri in fraternità. Subito un’ubbidienza soffocò un’assenza fulminea d’amore e una radice. Una gentilezza che esige amicizia. Gradini di fontana, gradini d’orrore e di tormento sofferente. Ancheggiare desiderosamente di fumo. Abitanti di città. Incomprensibilità di asciugarsi starnutendo con un manto. Restare soli, trasformare città con donne e ragazze che passano chiacchierando. Mai staccarsi da una bellezza scacciata, una bellezza sempre lontana, inconscia del proprio confidarsi con astri e piante, bianca clandestina in un vagone di treno.

Arthur Rimbaud: A Fragment

Alessandro Zabini
Arthur Rimbaud: A Fragment
Arthur Rimbaud: A Fragment

Una possibile gioia interamente ritrovata. Una sola dignità possibile: vento che spazza una città ostile in estate. E seppe camminare in silenzio, desiderio acquattato, bellezza intravista di un inizio e di un’amicizia che fugge sempre. Nessuno capiva sguardi ecclesiali, sepolcri divini e crudeltà, suonando linguaggio a un caffè e bere alle fontane, contento di una lingua dimenticata. Occorreva una primavera. Trovare un interlocutore. Una sofferenza desiderata elegantemente sorridendo, una lingua da imparare, nessuna desidera essere—e ciechi con lampi di bellezza, una realtà una fantasia, inizio...

Quando i cavalli furono picchettati (Il Manoscritto, 6)

Alessandro Zabini

Quando i cavalli furono picchettati, le ferite medicate, e le sentinelle appostate, i viaggiatori ci ringraziarono per il nostro tempestivo intervento: «Abbiamo esaminato il nostro compagno ferito,» disse uno di loro. «In verità, lo conosciamo appena. Siamo partiti da St. Louis per visitare le Grandi Pianure. Lungo il tragitto, lo abbiamo incontrato assieme agli Shawnee che lo accompagnavano e ci siamo uniti a loro per compiere un tratto di strada comune. Non possiamo dire che sia un amico, ma siamo preoccupati per lui: è molto grave. Le nostre guide sono convinte che non avrebbe nessuna speranza...

Early Will: A Draft

Alessandro Zabini

a visionary world where dreams will live which are but core of life or life made new mirrored life or life clothed anew a woman’s friendship and kinship and lips and pale smooth skin and by beauty and respect and love to admire and adore beauty showed by body and no rules but any body its inmost and intimate beauty to admire to love to adore and nocturnal raptures and lone fervours to friends and beloved a music bridge over the ocean and opening of the gates a true letter not merely a fleeting derangement or a try to poetry or a flash of awareness and could one be aware of having been loved though...

<< < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 20 30 > >>