Overblog Suivre ce blog
Administration Créer mon blog

Crevice Weeds

Writings—«waifs of many a wreck»—motley and fragmentary writings—sketchy and faulty—failed, perhaps—unconfined—along the borders, upon the thresholds and into the chinks of literature, «as foam that the sea-winds fret»…

Leeward

Alessandro Zabini
Leeward
Leeward

Catene di cespugli irte. Senza sole. Senza carne. Senza oriente. Con poco calore. Gli alberi non hanno chiome, però sono orientati nella direzione perenne del vento, grigia come l’oceano che tace e culla. In un tempo dimenticato l’oceano strappò questa terra per condurla qui, come appare dagli strappi delle coste meridionali. Anche la terra è orientata nella perenne direzione del vento; non vi sono boschi; una visione profetica; libri e maghi invernali. Tutto il colore verde è qui. Le pecore e le polle d’acqua ignorano la pioggerella dopo il temporale che gonfia ritmicamente le onde del vento....

Before The Battle

Alessandro Zabini
Before The Battle
Before The Battle

Questa è la differenza che appare più evidente: qui non vi sono montagne. Ovunque il cielo è sempre aperto e incombente, bassissime scivolano le grigie nubi, il vento soffia senza posa, e spesso piove. Indubbiamente l’antico dio delle tempeste ancora si aggira per queste distese e guarda l’oceano, verso la grande isola remota, e la vede. Nessuna persona, qui, dove antichità colossali giacciono in riposo: soltanto armenti, e voli radenti di grandi volatili calmi e sogguardanti. Le pecore e le vacche sono pacate. Affiorano pozze d’acqua tra l’erba, e laghi, brume occidue, cespugli e boschetti sparsi....

Akin To Bellacorick, Perhaps

Alessandro Zabini
Akin To Bellacorick, Perhaps
Akin To Bellacorick, Perhaps

Somewhat Medley (Adventure Tales as Constellations, or James Oliver Curwood and Hugo Pratt as producers of «objet imaginaires»—Third Clipping)

The Last Foray

Alessandro Zabini
The Last Foray
The Last Foray

«Evento tutt’altro che infausto e tremendo, la caccia ai Nemici, che spesso aveva le caratteristiche di una vera e propria guerra, veniva vissuta dagli abitanti dell’isola come una grande festa, nel corso della quale ciascun abitante poteva dar prova della propria abilità nel catturare e distruggere le forze oscure imperrsonificate dai Nemici stessi.» Hal Belson, Il meraviglioso Viaggio del Viaggiatore Turchino Al crepuscolo del 29 settembre tre borderman uscirono da Moore’s Fort. Invisibili in agguato, Logan e i suoi guerrieri li scrutarono finché raggiunsero una trappola per piccioni a poco meno...

Tempo

Rebecka
Tempo
Tempo

Abbracciata ai tuoi fili di lana intessuta nelle maglie che ora stringi e ora lasci scivolare, in questo magico perpetuarsi del tempo quando la notte scioglie i sogni e le stelle a cadere con le loro indomite chiome, mi par di volgere desideri di amore al volto argenteo di estatiche lune, mi par d’inciampare alle fradice foglie di bruma cosparse, nell’oro che l’autunno invecchiando ha inciso sui tronchi, del fuoco che brucia inebriando la stanza d’essenza di legno tardi raccolto, nel mio angolo di luci caldo l’abbraccio dell’amato che volge all’inverno e ci richiama al sonno. 26 Settembre 2006...

<< < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 20 30 > >>