Overblog Suivre ce blog
Administration Créer mon blog

Crevice Weeds

Writings—«waifs of many a wreck»—motley and fragmentary writings—sketchy and faulty—failed, perhaps—unconfined—along the borders, upon the thresholds and into the chinks of literature, «as foam that the sea-winds fret»…

From the Mainland

Alessandro Zabini

stars/sky/sea/the land—wells and springs scanning strangely through a dim dark doorway dreamily steering towards a shape-changing sea stars/sky/sea/the land—wells and springs ghostly doorkeeper of the goddess knowing the ways of the unknown stars/sky/sea/the land—wells and springs strangely steering towards a starlit sea diving down through an hidden doorway stars/sky/sea/the land—wells and springs scanning strangely into the stars/ sky/sea/the land—wells and springs

Scoli Sibillini II

Alessandro Zabini

Response Nessuna risonanza dell’arte. Immaginazione morta, pensiero morto. Leggere—capire le opere—scrivere sulle opere—cambiare—immaginare di cambiare? Non più, mai più. Pensare, immaginare, leggere, scrivere? Non più, nessuno, mai più. Sob… Letteratura, nero scolio al nulla. Call Il linguaggio non ha più alcun significato, la grammatica è priva di contenuto, la sintassi è irrazionale e assurda, la comunicazione non esiste. Parlarsi è stupido e ingannevole. Intrigo e trama sono sospesi nel silenzio, la storia è annullata in compulsione a ripetere, l’azione è assurda. Non esiste spazio per riflettere....

A Few Rambling Notes on «A Voice», or Breton, Williams, Kerouac & Automatic Writing

Alessandro Zabini

In its original, unpublished Italian version, «A Voice (texte automatique)» was followed by a brief commentary. «Only at an invitation I wrote what was dictated by a sort of an outer voice, speaking first to others then to me. The only possibile form was that of a fitful voice continually revealing itself as new and different. Subsequent corrections were very slight: it was question to abolish what had been reasonably added. And a short time after the death of Charles Mingus, automatic firearms rattled at Radio Città Futura, and cries answered from Iran.» Besides, a note was appended to the text....

Everlasting Ease (The Green Window Sequence)

Alessandro Zabini

An hot chocolate and a tea not much milk—no hope—no illusion PIZZA ROMA Rear lights—slow rush fading A lingering hoot stifling like OM HOTEL DE SULLY A few recordings A chair dragged on the floor On the left side of the HOTEL DE SULLY seeping through the curtains of a window a pale yellow light A sex scene unfolding—perhaps Blue blinking lights and a siren Glowing glare spreading A strange blue bright MOVIE haze A wire stand in full light displaying a few postcards crumpled and faded by dampness and heat Red light Green Window Crossway To Isobel, or How You Do Not Want to Write a Poem A Cut-Up...

Il Volto dell’Ignoto (Lettera di Brion Latimer)

Alessandro Zabini

Alla Signora June Walker Mokelumne North Fork, Contea Calaveras, California San Francisco, 13 Ottobre 1902 Cara June, sull'ultimo numero della Golden Gazette ho letto un articolo che mi ha colpito. Narra la storia di Joe Stinson, minatore, soldato, proprietario di saloon, nato nel 1838 a Litchfield, nel Maine, e morto nei dintorni di Los Angeles, il 6 settembre di quest'anno. Immagino che tu non abbia mai sentito parlare di lui. Io stesso non l'ho mai conosciuto e non sapevo chi fosse, prima di leggere l'articolo, però ho conosciuto parecchie persone che avevano molto in comune con lui. Conserverò...

Dimly Written Away or Not

Alessandro Zabini
Dimly Written Away or Not
Dimly Written Away or Not

or An Experiment in Unfold Technique as an Improvisation Upon a Theme, c’est-à-dire écriture automatique orienté Theme Gardner F. Fox, Terrore su Londra . Improvisation Night or day, it might be somewhat the same—however it is not day, perhaps it is night—it is being written—so then and there it is night, perhaps. Well, it might be day, but perhaps it is night, it is being written, and so be it. The sky might be clear or not, if the sky was to be looked—but it is not looked and perhaps it is not clear—because of the clouds, perhaps. So it might be a cloudy sky, though it is not looked—and there...

Scoli Sibillini I

Alessandro Zabini

Response Tutti siamo involucri vuoti—come morti—inevitabilmente destinati a riprodurre involucri vuoti. Call Tutto è distrutto, la catastrofe è permanente, la legge del dominio impone di distruggere tutto per creare la totalità del nulla. La natura è cancellata: tutto ciò che resta, ovvero soltanto ciò che è fabbricato dall’uomo, può soltanto prolungare la sofferenza. Sono tutti (come) morti. Non esiste più niente di vivo. Non esiste altra vita che la vita falsa. Non si può nemmeno sopravvivere. Essere è una colpa. L’ingiustizia è tale che il diritto diventa torto. L’identità si realizza nella...

A Cut-Up Fragment Rearranged

Alessandro Zabini

«In any case, there wouldn’t have been any County Clerk if I had been sitting on my ass waiting for my “very own words”.» William S. Burroughs, «Les Voleurs» Un fiore disse il suo nome in un attimo d?afa. Madida strada, palme di rame? «La mia casa era un posto vicino alla sabbia.» Occhi cavi, la mia ombra? Gemito azzurro, lingua, labbra, getto di fontana. Archi e scale, nulla si muoveva sui frontoni. «Stringimi.» Musica degli antichi, antiche rivolte. Lei ride. Rumore, sudore, sonno?«Stringimi.» La mia intenzione era sperimentare le tecniche del taglio (cut-up) e del ripiegamento (fold-in) di William...

Scoli Sibillini IX

Alessandro Zabini

Response Comprimere o dilatare nel metro, scandire nella rima Chiudere nella verosimiglianza, nella psicologia, nel parlato Ordinare nel tempo, concatenare nelle cause Nessuna macchina a vapore nel medioevo Rispettare grammatica e sintassi Applicare la retorica i confini, arbitrio e capriccio Non più. Hegel: completa libertà nei confronti dei materiali, senza costrizioni formali; Estetica. Nessuna trasgressione. Laconica e logorroica ripetitività, affermare, negare, ritrattare Nessuna incertezza. Non distinguere, non scegliere. Non fatica esaltazione, disorientamento. Emergere. Ebbrezza e stordimento....

A Voice (texte automatique)

Alessandro Zabini
A Voice (texte automatique)
A Voice (texte automatique)

Dusk, and something blooming. To run away in blank stares, not wild—and with lost looks to go up rivers, uncatchable—and an echo of torture's screams that as long as it’s heard calls back—Buds break the bark— offered to ravaged bodies—Rising, rising, the river that does not suffer dikes is rising—Wild, quiet— women singing together—«Beneath the underdog», and is dead. Awfully the killing blends with music's rapture. A voice. Thou, tame flowers, born and grown—Falter, rumble as crammed thunders—Wield your sleep, shatter your eyes, hear your hearts beating—Look mirror eyes flash in faces—Forsake...

<< < 10 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 > >>